Zidane: “Io a rischio? Lo ero anche un anno fa”

Zidane: “Io a rischio? Lo ero anche un anno fa”

Un CLÁSICO che rischia di avere strascichi pesanti su ZIDANE e il REAL dopo i ko interni con CADICE e SHAKHTAR. “Sono a rischio? È quello che si dice, come si diceva un anno fa o durante la mia prima esperienza qui. Quello che devo fare è il mio lavoro, il resto non conta. Abbiamo iniziato male - ammette il tecnico francese alla vigilia della sfida contro i blaugrana - Abbiamo sempre faticato contro le squadre che si chiudono dietro. Battere il BARCELLONA è il modo migliore per ribaltare la situazione ma semplicemente perché è la partita che ci aspetta domani. Ogni gara ha la sua storia, il bello del calcio è che puoi cambiare le cose in fretta. Bisogna pensare positivo”. 

REAL, ZIDANE RISCHIA: È PRONTO RAUL

K.O. Real, Zidane: “Mia la responsabilità”

ZIDANE: “BISOGNA CAMBIARE CHIP”

“Sono sempre stato critico con me stesso ma sappiamo che le cose le possiamo cambiare tutti insieme. Dopo una sconfitta la maggior parte delle critiche sono rivolte a me, è normale. Ma sono il primo che non vive del passato, la cosa più importante è quello che c’è davanti e abbiamo voglia di fare domani una bella partita”. Recuperato SERGIO RAMOS (“è il nostro leader, il nostro capitano, ha recuperato ed è al 100%”), Zidane assicura di sentire il pieno sostegno di tutti, dalla società alla squadra. “I giocatori mi hanno fatto vincere molte cose e sarò sempre con loro fino alla morte perché lottano, combattono, corrono. Si tratta solo di cambiare chip. Quando le cose peggiorano, vengono il carattere e la qualità”. E sul fatto che si giocherà in un CAMP NOU senza pubblico, Zidane chiosa: “Anche se a porte chiuse, è sempre una partita speciale e sarà importante cominciare bene”.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: