Liverpool, Klopp contro l'arbitro: “Che problemi ha con me?“

Liverpool, Klopp contro l'arbitro: “Che problemi ha con me?“

LONDRA (INGHILTERRA) - Un pareggio, tanta tensione e tante polemiche. Con queste poche parole si potrebbe descrivere TOTTENHAM-LIVERPOOL di ieri sera, finita 2-2, che ha offerto un grande spettacolo soprattutto dopo la partita. Ad infiammare il post gara ci ha pensato il tecnico dei Reds, l’istrionico JURGEN KLOPP che HA ATTACCATO L’ARBITRO TIERNEY sia dopo il triplice fischio che ai microfoni di Sky Sport per l’intervista al termine del match.  [Klopp in conferenza: “Qui servirebbe il gel per le mani…”] Guarda il video Klopp in conferenza: “Qui servirebbe il gel per le mani…”

LA RABBIA DI KLOPP

Tutto è cominciato quando il tecnico è stato ammonito al 39’ per proteste. Un episodio che non è andato giù all’ex Dortmund: “Sì, mi sono fatto prendere dalle emozioni in questa partita, ma non è permesso in situazioni del genere? È venuto e mi ha dato un cartellino giallo, avrei preferito avesse preso le decisioni giuste in campo”. Così ha detto Klopp che ha poi continuato sul primo episodio che secondo lui ha cambiato la gara, il MANCATO RIGORE ASSEGNATO SU DIOGO JOTA: “Un arbitro è oggettivo quando vede le situazioni e le giudica. Lui mi ha detto che Jota si è fermato di proposito. È incredibile, era posizionato bene per vedere, ma non ha comunque fischiato il rigore, dovete chiedergli qual è il suo problema con me”. Sull’argomento il tecnico tedesco ha poi concluso: “Dice si sia fermato per prendere il rigore. Prima di tutto e, cosa più importante, se vuoi tirare ti devi fermare, non puoi fare tutte e due le cose insieme”. [Klopp non ci sta: “Su Kane c’era un rosso”] Guarda il video Klopp non ci sta: “Su Kane c’era un rosso”

SUL GIALLO A KANE

Le polemiche contro l’arbitro Paul Tierney non sono finite qui. Anche se il pareggio va bene al tecnico del Liverpool che accetta il 2-2 come risultato contro una squadra come il Tottenham, c’è un altro episodio che secondo lui avrebbe cambiato la partita. Al 20’, infatti, un’entrata piuttosto dura di Kane su Robertson è stata sanzionata SOLO CON IL GIALLO, mentre Klopp avrebbe preferito il cartellino rosso. “Puoi dare un rosso a Robertson per la sua entrata - quella al 77’ costata l’espulsione allo scozzese -, ma anche quella di Kane è sicuramente da rosso. Non ci sono dubbi”. Senza dubbi, quindi il tecnico dei Reds che conclude: “La sua gamba era in aria, è stata una coincidenza. SE FOSSE STATA PIANTATA A TERRA SI SAREBBE ROTTA”. 

Fonte: https://www.corrieredellosport.it/news/calcio/calcio-estero/premier-league/2021/12/20-88113382/liverpool_klopp_contro_l_arbitro_che_problemi_ha_con_me_/

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: