La Gran Bretagna riapre gli stadi: ok fino a 4mila spettatori

La Gran Bretagna riapre gli stadi: ok fino a 4mila spettatori

Dal 2 dicembre gli impianti sportivi del REGNO UNITO potranno tornare a ospitare gli spettatori, anche se in numero limitato. In vista del NATALE, il governo di Londra ha deciso di allentare le misure restrittive per combattere la pandemia, suddividendo il territorio in zone a seconda dei dati relativi ai contagi. Come ha comunicato oggi il premier britannico BORIS JOHNSON, nelle zone a minor rischio sarà consentito un massimo di 4.000 SPETTATORI agli eventi all’aperto, che scenderanno a 2.000 nelle aree di secondo livello. In entrambe queste due zone, potranno essere ospitati 1.000 tifosi anche al chiuso, con una capacità limitata al 50%. Ancora porte chiuse, invece, nelle zone a rischio più elevato. ”Entro questa settimana comunicheremo le aree che rientreranno nei diversi livelli sulla base dell’analisi dei casi in tutte le fasce di età”, ha fatto sapere il premier, il cui annuncio dovrebbe arrivare giovedì. Anche la FOOTBALL LEAGUE ha accolto con favore la decisione: Bale freme per il ritorno in campo: è in tribuna per Tottenham-Newcastle [Bale freme per il ritorno in campo: è in tribuna per Tottenham-Newcastle] “Attendiamo con impazienza la riapertura di alcuni stadi, mentre finalmente diamo il bentornato ai tifosi dopo otto lunghi mesi di assenza”, ha scritto in un comunicato, sottolineando che si tratta di “un passo importante per raggiungere un ritorno alla normalità, oltre a essere cruciale per affrontare il significativo divario di entrate verificato a causa della pandemia”. Secondo la BBC, la EFL starebbe valutando la possibilità di spostare alcune delle partite in programma la prossima settimana per approfittare della riapertura. 

Mourinho: “Bello essere primi, ma non è un’ossessione”

Fonte: https://www.corrieredellosport.it/news/calcio/calcio-estero/premier-league/2020/11/23-76714258/la_gran_bretagna_riapre_gli_stadi_ok_fino_a_4mila_spettatori/

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: