Belize ad Haiti accolto da ribelli armati: il video è terrificante

Belize ad Haiti accolto da ribelli armati: il video è terrificante

Il BELIZE ha vissuto attimi di panico al suo arrivo ad HAITI, quando l’autobus su cui viaggiava la squadra è stato costretto a fermarsi a causa di scene da GUERRIGLIA URBANA. Il motivo? La strada era bloccata da svariati uomini in sella a motorini e ARMATI DI FUCILI: “Mentre i JAGUARS hanno lasciato la loro bolla di sicurezza entusiasti e desiderosi di rappresentare il Belize nella prima delle loro partite di qualificazione alla COPPA DEL MONDO FIFA, si sono trovati di fronte a una situazione molto indesiderabile ad Haiti - si legge in una nota - La FEDERCALCIO del Belize sta lavorando diligentemente per portare la squadra al sicuro. Siamo scoraggiati da questa esperienza ma siamo grati che la squadra sia salva”. 

LA NAZIONALE DEL BELIZE MINACCIATA E COSTRETTA A NEGOZIARE CON I RIBELLI

Stando a quanto riportato da Tmz, che cita i giocatori stessi, i RIBELLI HAITIANI avrebbero fatto fermare l’autobus con varie minacce. “Accostate, altrimenti…”. Il filmato girato dall’interno dell’autobus della squadra mostra dozzine di uomini, alcuni armati di grosse ARMI DA FUOCO, che ordinano all’autista di accostarsi al lato della strada, nonostante la squadra fosse scortata da quattro POLIZIOTTI. Alcuni dirigenti della NAZIONALE avrebbero fatto sapere che i poliziotti sono stati costretti a “negoziare” con gli uomini per andarsene illesi e, per fortuna, sono stati autorizzati ad andare avanti senza che nessuno si facesse male durante lo scontro. Non è chiaro però che cosa abbiano ottenuto per andarsene.

Fonte: https://www.corrieredellosport.it/news/calcio/calcio-estero/2021/03/24-80194090/belize_ad_haiti_accolto_da_ribelli_armati_il_video_terrificante/

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: